Come eliminare naturalmente la muffa da casa

Come eliminare naturalmente la muffa da casa

Eliminare la muffa da casa in modo naturale è semplice e poco costoso: sono pochi gli accorgimenti che è bene adottare per tenerla alla larga dal proprio appartamento. Per prima cosa, è bene ricordarsi di asciugare con attenzione la doccia o la vasca da bagno dopo essersi lavati, in modo da ridurre al minimo l’umidità, che rappresenta il contesto ideale per le muffe per diffondersi e proliferare. Un consiglio sempre valido è quello di trattare le superfici in questione – ma anche le piastrelle del bagno – con un panno inumidito con alcune gocce di acqua ossigenata a 12 volumi.

Proprio perché la muffa aumenta con l’aumentare dell’umidità, e quindi del vapore acqueo, dopo essersi fatti la doccia sarebbe opportuno aprire le finestre, se non in inverno almeno in primavera e in estate, quando le temperature esterne lo permettono. In commercio, inoltre, è possibile trovare delle piante tropicali che assorbono letteralmente l’umidità in eccesso, coniugando un aspetto estetico gradevole con una funzione pratica di non poco conto.

Se si vuole evitare di usare la candeggina – che, anzi, dà risultati peggiori rispetto alla situazione iniziale – per rimuovere la muffa si può pensare di creare un detersivo fai da te: lo si realizza utilizzando due cucchiai di sale fino, tre quarti di litro di acqua, due cucchiai di bicarbonato di sodio e un paio di cucchiai di acqua ossigenata. Dopo aver preso un flacone spray con almeno un litro di capacità, vi si versa l’acqua facendovi sciogliere il sale e il bicarbonato: in seguito, di unisce l’acqua ossigenata, per poi agitare e mescolare il tutto. La miscela così creata può essere spruzzata e nebulizzata sulle zone da trattare: per avere la certezza di un risultato ancora migliore, si può adoperare una spazzola da tappezzeria per grattare via la muffa (ma va benissimo anche un normale spazzolino da denti usato).

Non vanno trascurati, inoltre, i cari e vecchi rimedi della nonna: quello, per esempio, che suggerisce di trattare le macchie sui muri, ma anche sulle ante degli armadi, con una miscela composta da sale e succo di limone (per quel che riguarda le dosi, un cucchiaino di sale è più che sufficiente per mezzo litro di succo di limone). Con lo stesso composto, per altro, si possono pulire anche le tende delle finestre e quelle della doccia. Anche sulla tappezzeria, tuttavia, la muffa può fare capolino: in questo caso la soluzione è rappresentata da una miscela di una tazza di acqua e mezzo litro di alcol denaturato, con la quale bagnare un panno da strofinare sulle parti da pulire.

Ancora, un ulteriore rimedio che consente di eliminare la muffa da casa in modo naturale prevede di inserire in uno spruzzino 7 centilitri di acqua demineralizzata e 3 centilitri di aceto di vino bianco: ne deriva una soluzione da spruzzare sulla porta della doccia, sulle pareti e sulle piastrelle, da lasciare agire per almeno una decina di minuti prima di procedere al risciacquo con acqua calda o tiepida. Niente di difficile o di troppo costoso, insomma.