Quanto ci tieni al tuo corpo?

Quanto ci tieni al tuo corpo?

Partiamo da una semplice domanda: sapete che cos’è il PARAFFINUM LIQUIDUM? Non lo sapete?

E’ una sostanza DERIVATA DAL PETROLIO presente nelle creme per i bambini all’ossido di zinco, inutile dire che è una sostanza estremamente dannosa!

Che criteri usate per comprare un cosmetico o una crema x il viso o corpo che sia? Sapete cosa comprate? Vi soffermate ogni tanto a leggere gli ingrediente? Certo è che con tutti quei nomi incomprensibili e sigle si dovrebbe girare con un dizionario in borsetta.

Spesso si pensa che se un ingrediente è autorizzato, cioè non espressamente vietato dalla legge sia innocuo. Ma purtroppo non è così: anche se contenuti in piccolissime percentuali ci sono alcune sostante veramente dannose per il nostro organismo.

Per ottenere una maggiore informazione, soprattutto per sapere cosa compriamo e se i cosmetici, creme e anche deodoranti contengono sostanze nocive è nato il BIODIZIONARIO (www.biodizionario.it); accessibile a tutti, facile da consultare perché non serve essere un chimico per capirci qualcosa.

Da diversi anni ormai i prodotti cosmetici hanno l’obbligo di esibire sulla propria confezione la lista degli ingredienti che li compongono. Tale lista, detta INCI, elenca i componenti dei vostri prodotti cosmetici partendo da quello presente in più alta percentuale fino ad arrivare a quello presente in percentuale minore.

La Makeup World ha stilato una lista degli ingredienti dannosi più diffusi nei prodotti di makeup e giusto per farvi un idea ve ne cito alcuni:

  • butilidrossianisolo, noto come BHA o E320, è vietato in America ma non da noi. E’ un conservante (quindi un antiossidante) e spesso il suo uso viene associato al BHT, anch’esso dannoso. La metabolizzazione del BHA produce metaboliti potenzialmente carcinogeni! Lo si può trovare anche in un correttore comprato in farmacia.
  • octoxynol in tutte le sue numerazioni (11, 12, 13, 16, 20 e 40) sostanza che è pochissimo biodegradabile e potenzialmente disturbatrice endocrina (può provocare danni a lungo termine)
  • bronopol, DMDM hydantoin, quaternium-15, sono sostanze che liberano formaldeide (ingrediente, fortunatamente, non più presente nei cosmetici ma solo in alcuni smalti perchè ritenuto allergenico e cancerogeno)
  • quasi tutte le sostanze terminanti in -paraben; sono sospettate di causare tumori al seno
  • triclosan, sostanza molto diffusa anche tra i deodoranti, con potente attività antibatterica, anch’esso sospettato di essere causa di tumore al seno
  • monoethanolamine (MEA), triethanolamine (TEA), diethanolamine (DEA) e ethanolamine, creano il rischio di formazione di nitrosamine (cancerogene)
  • polyethylene glycol (PEG); non è solo potenzialmente cancerogeno, ma contribuisce allo smantellamento della capacità della pelle di assorbire l’umidità e i nutrienti, lasciando il sistema immunitario vulnerabile
  • Sodium Lauryl Sulfate (SLS) e Sodium Laureth Sulfate (SLES): danneggiano la formazione degli occhi nei giovani, causando danni permanenti e irritazioni ed è legato alla formazione della cataratta. Altri ricercatori ne hanno messo in evidenza la pericolosità, dato che può danneggiare il sistema immunitario e, quando unito a altre sostanze chimiche, può essere trasformato in nitrosamine, una classe di potenti cancerogeni
  • paraffinum liquidum, propylene glycol, petrolatum, vaselina, isopropyl, ecc; tutte sostanze derivate dal petrolio!

E per ultimi ma non meno dannosi sono i siliconi (dimethicone in tutte le sue varianti); è un componente che spesso e volentieri viene aggiunto nei prodotti per i capelli: balsami, maschere, liscianti e sieri per le doppie punte, e più raramente in alcuni cosmetici.

Questi siliconi formano una patina sulla pelle e sul capello per dare un effetto lucido e levigato. La pelle sembra più liscia, i capelli più sani, le doppie punte spariscono come per magia e viene eliminato quel fastidioso effetto crespo.

L’unico piccolo problema è che il silicone è molto difficile da eliminare dalla superficie interessata e la pellicola che crea non da modo alla pelle e alla cute di respirare. Risultato: la pelle si secca, i capelli rinvigoriscono con l’uso prolungato del prodotto cominceranno a rovinarsi.

Dopo tutto questo ribadisco ancora, per un ulteriore volta quanto sia importante stare attenti a cosa si compra, correte a raccogliere tutti i vostri prodotti per il makeup e per la cura del corpo e consultate il biodizionario.